Cos’è un ascesso gengivale?
Un ascesso gengivale (o parodontale) è una patologia parodontale che si manifesta come un’infiammazione delle gengive che può provocare la formazione di un rigonfiamento o di una sacca di pus nella zona infetta.
Può colpire chiunque, in qualsiasi momento, è semplicemente una risposta del sistema immunitario del corpo a un’infezione batterica e può quindi interessare qualsiasi tessuto del nostro corpo.
Questa infezione può verificarsi a seguito di vari fattori, tra cui una scarsa igiene orale, una ferita alla gengiva o una preesistente malattia gengivale come la gengivite.
L’ascesso parodontale se non trattato tempestivamente può progredire e coinvolgere il dente, portando ad un ascesso dentale. Si tratta della complicazione più comune delle malattie gengivali e tende a colpire prevalentemente adulti.

Come faccio a capire se ho un ascesso gengivale/parodontale?
I sintomi sono spesso dolorosi, l’intensità è però soggettiva e può variare da persona a persona. Comunemente la sintomatologia comprende:

  1. Dolore acuto e pulsante nella zona infetta.
  2. Gonfiore e arrossamento delle gengive.
  3. Sensibilità al caldo e al freddo e sanguinamento gengivale.
  4. Gusto sgradevole in bocca a causa del pus.
  5. Cattivo alito persistente (alitosi).
  6. Emicrania
  7. Ingrossamento dei linfonodi dal lato coinvolto

È importante notare che un ascesso gengivale può progredire rapidamente, portando a una sensazione di malessere generale e sintomi febbrili, quindi è essenziale cercare assistenza odontoiatrica il prima possibile.
Non esitare a contattarci.

Perché si forma un ascesso gengivale?
Solitamente è causato da un’infezione batterica. Le principali cause includono:

  1. Placca dentale accumulata: La presenza di placca batterica tra i denti e lungo la linea gengivale può portare a infezioni gengivali.
    Soluzione: fare igiene orale professionale.
  2. Ferite alle gengive: Traumi o lesioni alle gengive, come quelli causati da spazzolature eccessivamente aggressive, possono favorire lo sviluppo di ascessi gengivali.
    Soluzione: spazzolarsi i denti correttamente.
  3. Gengivite avanzata: La gengivite, se non trattata, può progredire in un’infiammazione più grave che può condurre agli ascessi gengivali.
    Soluzione: fare controlli più frequenti dal dentista.

Oltre alle cause appena elencate, esistono dei fattori di rischio che possono aumentare le probabilità di sviluppare un’infezione batterica di questo tipo, quali:

  1. Inadeguata o scarsa igiene orale.
  2. Eccesso di cibi e bevande zuccherate.
  3. Complicanze di interventi chirurgici.
  4. Età.
  5. Utilizzo di determinati farmaci.
  6. Sistema immunitario debole.
  7. Fumo.
  8. Consumo eccessivo di alcol (o alcolismo).

Trattamento dell’ascesso parodontale
Il trattamento per un ascesso gengivale dipenderà dalla sua gravità. Tuttavia, il passo fondamentale è sempre consultare un dentista.
Il trattamento può includere:

  1. Drenaggio dell’ascesso: Il dentista farà un’incisione nella gengiva e drenerà l’ascesso per rimuovere il pus e alleviare il dolore.
  2. Antibiotici: Il medico può prescrivere antibiotici per combattere l’infezione e prevenirne il ritorno.
  3. Igiene orale migliorata: Il dentista consiglierà una corretta igiene orale e il mantenimento di buone abitudini per prevenire future infezioni.
  4. Rimozione di cause sottostanti: Se l’ascesso è causato da una carie o da una malattia gengivale, il dentista tratterà anche questi problemi sottostanti.
  5. Devitalizzazione del dente.

Nel periodo che intercorre tra la comparsa dei sintomi e l’appuntamento dal dentista, per calmare la sintomatologia dolorosa, oltre all’assunzione di farmaci analgesici, può essere utile:

  • non assumere alimenti troppo caldi/freddi;
  • masticare dal lato opposto dell’ascesso, preferendo cibi morbidi;
  • evitare l’utilizzo del filo interdentale nell’area coinvolta dall’ascesso
  • spazzolare i denti con uno spazzolino a testina morbida;
  • fare risciacqui con soluzione di acqua tiepida e sale;
  • fare una terapia del freddo applicando del ghiaccio sulla parte esterna del viso, in corrispondenza dell’ascesso.

Se pensi di avere un ascesso dentale, togliti il dubbio e contattaci.

Come si può prevenire un ascesso gengivale?
È possibile prevenirlo mettendo in pratica nel quotidiano piccoli accorgimenti.
La prima cosa fondamentale è avere una corretta e regolare igiene orale, il che significa innanzitutto lavarsi i denti dopo ogni pasto senza dimenticarsi di utilizzare il filo interdentale almeno una volta al giorno. È importante anche che lo spazzolino per lavare i denti venga sostituiti regolarmente lo spazzolino, generalmente andrebbe cambiato almeno ogni tre o quattro mesi.
L’alimentazione svolge un ruolo cruciale per la salute orale. È consigliabile limitare o ridurre il consumo di cibi e bevande zuccherati, specialmente prima di andare a dormire.
Inoltre, come già detto precedentemente in questo articolo, è di estrema importanza sottoporsi regolarmente a visite odontoiatriche e pianificare periodicamente una pulizia dei denti (detartrasi) con un igienista dentale.